Abstract

Negli ultimi anni sono state proposte diverse ricostruzioni paleogeografiche dell’area Centro Mediterranea durante il Mesozoico. La Piattaforma Carbonatica Panormide (PCPA) viene collocata tra la Tetide Alpina e la Tetide Ionica, in un’area geodinamicamente molto complessa. Recenti studi hanno documentato la presenza di superfici di discontinuità che caratterizzano l’evoluzione stratigrafica della PCPA rispetto alle adiacenti Piattaforme Carbonatiche Siciliane. La presenza di superfici di discontinuità negli intervalli Retico-Hettangiano e Giurassico Medio-Oxfordiano vengono messe in relazione, attraverso il confronto della storia della subsidenza tra le Piattaforme Carbonatiche, con gli stadi evolutivi della Tetide Alpina.

You do not currently have access to this article.